campagna di adesione 2015 “Legalità di impresa – i vantaggi competitivi dell’anticorruzione e del controllo di legalità d’impresa, strumenti di premialità per le aziende sane” – Laboratori, progetti sperimentali e quaderni del Centro Studi (per Enti ed imprese, professionisti ed associazioni di categoria)

Reggio – Roma, 13 luglio 2015

Gent.mo

nel dare seguito agli incontri illustrativi ed alle attività di formative seminariali che l’Istituto ha sviluppato negli ultimi mesi, anche con il patrocinio morale di Enti, pubbliche amministrazioni e ordini professionali, portiamo alla Tua   attenzione un documento breve di presentazione dell’Istituto Italiano per l’Anticorruzione che riassume i percorsi di sensibilizzazione culturale e le azioni di promozione dell’etica e dell’integrità che stiamo progettando e sviluppando, cooperando in rete, in vari ambiti professionali e che auspichiamo si arricchisca anche della Tua collaborazione scientifica – professionale, se riterrai di condividerne Vision, obiettivi e metodo.

L’Istituto Italiano per l’Anticorruzione,  si è costituito in forma pubblica nel 2014 – senza scopo di lucro e sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana – associando studiosi ed esperti qualificati, nei vari settori delle discipline giuridico-economico-aziendali, motivati dalla finalità principale di favorire la cultura e la divulgazione dell’Etica, della Legalità e dell’Anticorruzione nei rapporti tra privati e Pubbliche amministrazioni ed in genere come costume e stile di vita finalizzato ad implementare un tessuto sociale sano e di benessere complessivo.

La  forte Vision di integrità che, riteniamo, costituisca l’imprescindibile momento di condivisione valoriale e tutela, accoglie e concilia l’esigenza dei territori e degli operatori di un mercato che sia al contempo aperto e sostenibile, giusto e dinamico, verso i nuovi contesti economici globali.

L’Istituto ha già promosso spazi pubblici di discussione su temi sensibili ed al contempo nevralgici per lo sviluppo dei nostri territori, ritrovandoci tutti – amministratori, imprese, associazioni, cittadini e professionisti – sulla riflessione comune che il successo di una politica strategica di lungo periodo orientata ai valori etici fondamentali, innovativa e partecipata, sia determinato dalla forza pragmatica di programmi ed azioni e dalla loro idoneità di rispondere ai bisogni dei territori integrandosi con le forze positive su di esso presenti ed al contempo sostenendo ed accompagnando le imprese sane sul mercato e nei rapporti con le Autorità dello Stato, con le pubbliche amministrazioni e gli Istituti di credito e finanziari.

L’altissima attenzione sui temi trattati, la centralità degli stessi in ogni ambito professionale  e la necessità, da più parti manifestata, di approfondirli con approccio pragmatico, in un set dedicato, ci ha sostenuto nell’idea di dare seguito agli incontri seminariali dei mesi scorsi con lo start up di un  gruppo professionale operativo dedicato che con l’IIA promuova i temi principali.

Siamo lieti di invitarti al tavolo tecnico in programma il prossimo 15 luglio 2015 alle ore 17 – 19 , presso l’aula magna della Università Telematica Pegasus di Reggio Calabria, siti in via Giudecca, 17 (Tapis Roulant – Angolo Corso Garibaldi).

L’incontro, il primo di una serie di appuntamenti del gruppo operativo, del quale sei invitato a fare parte, coinvolge i colleghi con i quali abbiamo dialogato in questi mesi ed è rivolto ai consulenti del lavoro, commercialisti e revisori contabili, consulenti di impresa, amministratori giudiziari ed avvocati.

I temi saranno quelli sui quali l’IIA ha incentrato le campagne di adesione per il 2015, per gli Enti e le pubbliche amministrazioni e per le imprese ed i professionisti d’impresa:

  1. A.1“Gli Enti in rete contro la corruzione attraverso l’integrità“;
  2. A.2. “la promozione della legalità sostanziale e di contrasto alla corruzione, in quanto strumenti di compliance aziendale”
  3. B.1. “legalità di impresa ovvero i vantaggi competitivi dell’anticorruzione e del controllo di legalità d’impresa, strumenti di premialità per le aziende sane”

  4. B.2. “la formazione con i fondi interprofessionali e la finanza aziendale agevolata”.
  5. B.3. “protocolli di legalità con le Prefetture codici etici e modelli organizzativi di gestione ex art. 6 D.lgs. n. 231/2001; contrattualistica pubblica ed appalti in qualità; strumenti di prevenzione e contrasto alle forme di corruzione, illegalità e criminalità organizzata di tipo mafioso; strumenti per il presidio di rischi specifici; implementazione di modelli di enterprise risck management, di protocolli premiali e Rating di legalità; patti di integrità e white list; adeguamento privacy (international certified – UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2004)”
  6. B.4. “l’antiriciclaggio”
  7. B.5. “sistemi di qualità in privacy”
  8. B.6. “le responsabilità penali, civili e contabili-amministrative che gravano sui soggetti (amministratori, dirigenti e responsabili, professionisti, consulenti e revisori contabili, membri degli organi di controllo), chiamati ad applicare le normative”.

Le attività seminariali avranno taglio operativo e saranno orientate a promuovere la rete, per contrastare forme di isolamento, facendo leva su un fabbisogno formativo comune. L’Istituto ha individuato, infatti, tra i suoi obiettivi, come indispensabili vie d’azione, la diffusione, l’approfondimento e l’aggiornamento di una responsabile cultura della legalità tra Cittadini, Imprenditori, Aziende, Associazioni, Portatori di interessi legittimi e diffusi, Rappresentanti ed operatori della Pubblica Amministrazione, Sindacati nonché tutti gli operatori del mercato globale e degli altri settori critici.

La nostra convinzione di fondo è che per la salvaguardia di tali valori fondamentali occorra un sistema integrato multidisciplinare di conoscenze e competenze, di sensibilizzazione culturale, di formazione dedicata e di specializzazione professionale che promuova, per funzioni, livelli di competenza ed aree, la consapevolezza negli stakeholders e negli operatori del vantaggio nell’applicazione di strumenti e metodologie efficaci di sicurezza e qualità (compliance di legalità, piani triennali anticorruzione, rating di legalità, responsabilità sociale ed etica, patti di integrità, modelli ex dlgs. 231 etc.).

Per le finalità appena illustrate l’Istituto con il suo Centro Studi ha attivato dei gruppi di lavoro per affinità a tematiche rilevanti o ad aree professionali di intervento (comprese le amministrazioni di crisi d’impresa e le amministrazioni giudiziarie per i beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata di tipo mafioso) e si propone nella collaborazione scientifica e professionale con il Tuo Ufficio/Studio professionale oltre che con Enti ed amministrazioni pubbliche, al fine di programmare, promuovere, sostenere ed organizzare iniziative coerenti con la propria mission.

Qualora di Tuo interesse, l’’adesione all’Istituto consentirà di entrare a far parte della nostra rete e sin da subito di poter usufruire delle informazioni di aggiornamento mediante newsletter e faq, sulle novità normative in materia di anticorruzione, appalti e contabilità, legalità d’impresa, di partecipare ai laboratori sui progetti in corso, di attivare sezioni sperimentali ed innovative anche finalizzate ad accordi di programma e protocolli interistituzionali con associazioni rappresentative ed enti.

L’Istituto Italiano per l’Anticorruzione, con il suo Centro Studi, oltre a promuove attività di informazione, sensibilizzazione e di approfondimento scientifico su tali temi, assicura, inoltre, on demand, percorsi di formazione teorico-pratica dedicata, convenzionata con le Università e certificata. Sempre in aderenza a tale mission, l’Istituto propone attività di affiancamento per amministrazioni pubbliche, enti e soggetti pubblici e privati, finalizzata alla corretta implementazione dei nuovi strumenti a sistema.

L’IIA, dunque, promuove l’adesione alle attività associative rivolgendosi, attraverso le campagne di adesione, agli amministratori e stakeholders che, per ruolo e funzione, fanno della legalità insieme alla trasparenza e buona amministrazione, all’integrità ed all’etica, alla solidarietà ed alla cooperazione in rete e non ultimo alla qualità delle competenze professionali in gioco, i principi fondanti delle proprie attività quotidiane, in quanto fattori di leva di uno sviluppo socio-economico sano e sostenibile.

Parimenti abbiamo già avviato un percorso di sensibilizzazione degli Enti Pubblici, degli ordini professionali,  delle imprese e di quelle aderenti a Confindustria ed a tutte le confederazioni ed associazioni di categorie maggiormente rappresentative che hanno già riconosciuto il patrocinio morale all’Istituto per programmi di promozione dell’etica,  della legalità e della responsabilità sociale

Il Direttore Scientifico IIA                    Il Segretario IIA                                 Il Presidente IIA

(f.to Avv. Concettina Siciliano)            (f .to dott.  Vincenzo De Prisco)              (f.to Avv. Federico Bergaminelli)